Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:30 a 18:00

Il Paese riparte dalle città. Smart City, Agenda Digitale e Agenda Urbana. [ fo.06 ]

in collaborazione con SAIE 2014

Le idee, i progetti e le singole iniziative che si sono sviluppate in questi anni sul tema della smart city devono essere collocate all’interno di una strategia di sviluppo territoriale chiara e di un quadro tecnologico coerente. Il tema della governance della smart city è perciò cruciale, come modalità di collaborazione tra gli attori locali e la cittadinanza attiva. Dalle città può venire un contributo fondamentale al raggiungimento degli obiettivi nazionali della strategia Europa 2020 sia per quanto riguarda l’Agenda digitale (interoperabilità, identità digitale, cloud, patromonio informativo pubblico, mercato unico); sia per quanto riguarda l’Agenda urbana nazionale intesa come insieme di politiche di occupazione, ricerca e sviluppo, clima ed energia, istruzione e formazione e lotta povertà. L’Italia è chiamata dall’UE ad elaborare una nuova politica a carattere ordinario per le città.

Programma dei lavori

Apertura dei lavori

Campagnoli
Duccio Campagnoli Presidente - Bologna Fiere Biografia

Duccio Campagnoli é l'attuale Presidente di BolognaFiere e presidente di Sogecos, società organizzatrice di Cosmoprof, piattaforma internazionale leader mondiale nell'organizzazione di manifestazioni fieristiche dedicate alla cosmesi e al benessere. Già Consigliere di Amministrazione della Società dal 2008 e dal gennaio 2011 Consigliere Delegato, Duccio Campagnoli é inoltre Vice Presidente dell'AEFI - Associazione delle società e degli enti fieristici italiani.

Laureato in filosofia, é stato per tre legislature Assessore allo sviluppo economico e autore delle politiche industriali, telematiche, energetiche e delle politiche fieristiche e per l'export e l'internazionalizzazione delle imprese.

Ha promosso la Legge della Regione Emilia Romagna, prima fra le Regioni italiane, per la trasformazione degli enti fieristici in società per azioni.

Dal 2005 al 2010 é stato coordinatore nazionale per le materie fiere istituendo, assieme al Ministero dello Sviluppo Economico, il tavolo nazionale Governo-Regioni per lo sviluppo del sistema fieristico italiano.

Appassionato di filosofia e di Cina é Vice Presidente della Fondazione Italia Cina, presieduta da Cesare Romiti, e motociclista/Ducatista in servizio.


 

Chiudi

Mochi Sismondi
Intervento di Carlo Mochi Sismondi al convegno "Il Paese riparte dalle città. Smart City, Agenda Digitale e Agenda Urbana."
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia Vedi atti Guarda il video

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 30^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 17 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Illustrano i temi dell’Agenda relativa alla sessione

Balducci
Intervento di Alessandro Balducci
Alessandro Balducci Prorettore del Politecnico di Milano e Professore ordinario di Urban Policies - Politecnico di Milano Biografia Vedi atti Guarda il video

Alessandro Balducci è sposato e padre di tre figli.  

Dopo la maturità al liceo Berchet di Milano si è laureato in Architettura al Politecnico della nostra città. 

Professore ordinario di Pianificazione e Politiche Urbane e, fino alla nomina ad Assessore comunale, è stato Prorettore Vicario dell’Ateneo. 

Dal 2001 al 2008 ha diretto il Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico.
 
Dal 2001 e fino al 2004 è stato Presidente dell’ AESOP, l’Associazione delle Scuole Europee di Pianificazione, nonché membro fondatore della European Urban Research Association (EURA) e Segretario Nazionale della SIU, la Società Italiana degli Urbanisti (2010 -2014).

Come ricercatore nel campo degli studi urbani e dei problemi di pianificazione è stato ed è responsabile di ricerche di interesse nazionale ed europeo.  Come urbanista impegnato nel coinvolgimento dell’università nelle pratiche di pianificazione è stato responsabile di diversi piani e progetti in Italia, tra i quali il Piano strategico della Provincia di Milano (2004-2008), e di attività di consulenza per progetti all’estero (Shanghai, Dubai).
Ha insegnato alla Facoltà di Architettura di Pescara, è stato visiting scholar presso l’Università di Berlekey (Usa) e visiting professor alle Università di Reims (Francia), Tongij University (Cina), Aalto University di Helsinki (Finlandia), MIT Cambridge (Usa) e alla Accademia di Architettura di Mendrisio (Svizzera).

E’ autore o curatore di 15 libri e oltre 100 articoli e saggi.

E' Presidente di Urban@it, Centro nazionale di studi per le politiche urbane.

Chiudi

Poggiani
Intervento di Alessandra Poggiani
Alessandra Poggiani Direttore Generale - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia Vedi atti Guarda il video

Nata a Roma nel 1971, si è laureata in Scienze della Comunicazione e Studi Culturali a Londra nel 1995.

Esperta di economia digitale e marketing, Alessandra collabora come Senior Advisor con primarie società di consulenza nazionali e internazionali su progetti di management consulting e su attività di consulenza direzionale nei settori Enterprise 2.0, Customer Experience, Digital Strategy. Si occupa inoltra di progettualità ICT per la Pubblica Amministrazione, collaborando con enti pubblici e privati.

È stata Direttore Generale di  LAit S.p.A, società ICT in-house della Regione Lazio, Senior Advisor della società di Public Affairs e Rapporti Istituzionali Reti s.p.a., Responsabile della Comunicazione Digitale di Enel S.p.a,, Information Manager per l’Unità Operativa della Partnership Euro-Mediterranea della Commissione Europea, Direttore Comunicazione, Relazioni Istituzionali e Relazioni Esterne del Programma Mediterraneo del WWF Internazionale ed Esperto del Comune di Roma per il coordinamento di progetti europei sulla società dell’Informazione. E’ stata consulente presso numerosi enti pubblici (locali e nazionali) per l'applicazione della normativa sulla comunicazione pubblica e per lo sviluppo di sistemi informativi, di telecomunicazioni di rete e di innovazione di sistema e di processo. Combina alla sua attività professionale con l’insegnamento e la ricerca accademica.

È Visiting Professor di Economia Digitale e di Marketing Digitale alla Business School dell’Imperial College di Londra e Professore a contratto di Marketing & Innovazione alla Facoltà di Economia dell’Università Roma Tre. È stata dal 2007 al 2012 Professore a contratto di Interfacce, Sistemi e Contenuti per le nuove tecnologie presso la Facoltà di Scienze Sociali de La Sapienza di Roma. Collabora inoltre alla cattedra di Marketing della Facoltà di Ingegneria Gestionale all’Università Tor Vergata di Roma e docente presso l’Università LUISS di Rona e l’Università Pontificia del Vaticano. Coordina e supervisiona ricerche scientifiche e di mercato in materia di economia digitale e modelli di sviluppo di impresa innovativi. Coordina il gruppo di lavoro sull’Agenda Digitale della Fondazione Glocus e partecipa attivamente alle attività del think-tank Vedrò sui temi Innovazione e Agenda Digitale Europea.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_06_poggiani_alessandra.mp3

Chiudi

Interventi

Griera i Fisa
Intervento di Merce Griera i Fisa
Merce Griera i Fisa Information Society and Media Directorate-General ICT for Sustainable Growth Unit - European Commission Biografia Vedi atti Guarda il video

Mercè Griera è un collaboratore scientifico della Commissione Europea nel Programma di Ricerca di tecnologie di comunicazione e informazione. Lavora nell’Unità Smart Cities e Sostenibilità ed è responsabile per lo sviluppo ICT nel settore dell'efficienza energetica.
Vanta più di 30 anni di esperienza ICT nel settore delle pubbliche amministrazioni, industrie private ed Università. È stata docente e ricercatore presso l'Università Autonoma di Barcellona, ha avuto incarichi di ricerca presso l'Università di Tolone, Var (Francia) e presso l'Università di Sherbrooke (Canada).
 

 

Merce Griera is a European Commission scientific officer in the Information and Communication Technologies Research Programme. She works in the Smart Cities and Sustainability Unit and she is responsible for developing the ICT for Energy Efficiency area.

Merce has more than 30 years of ICT experience working for public administrations, the private industry as well as the university. She was a lecturer and researcher at the Autonomous University of Barcelona, she had research positions at the University of Toulon and of the Var (France) and at the University of Sherbrooke (Canada).

Chiudi

Calderini
Intervento di Mario Calderini
Mario Calderini Presidente del Comitato Smart Cities - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia Vedi atti Guarda il video

Mario Calderini, laureato in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino, ha ottenuto il PhD in Economics presso la University of Manchester. 

E’ Professore Ordinario al Politecnico di Milano presso la School of Management, dove insegna Strategia e Innovazione ed è Vice Direttore dell’Alta Scuola Politecnica.

E’ il consigliere del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca per le politiche di ricerca e innovazione e presiede il Comitato Smart Communities dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Dal 1994 al 2013 è stato Ricercatore e poi Professore Ordinario presso il Politecnico di Torino, dove ha insegnato Economia e Organizzazione Aziendale e Strategia e Management dell’Innovazione. Nello stesso Politecnico di Torino dal 2009 al 2012 è stato Vice Direttore della Scuola di Dottorato.

Honorary Research Fellow presso la University of Manchester. Ha insegnato Management dell’Innovazione presso la Luiss Business School ed è stato Visiting Professor alla Tongji University di Shanghai. Presso il Politecnico di Torino ha fondato e diretto l’ Intellectual Property Finance Institute. E’ autore di libri e pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e i suoi interessi di ricerca si concentrano nel campo dell’economia e del management, con particolare riferimento alle politiche pubbliche per l’innovazione e alla finanza per l’innovazione.

Durante il governo del Presidente Monti è stato consulente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di strumenti finanziari per l’innovazione

E’ membro dell’Advisory Board della European Patent Office Academy ed è consulente dell’OECD e della Commissione Europea per le politiche di innovazione. Ha rappresentato la Conferenza Stato-Regioni ed il Ministero della Ricerca nel Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia per la Diffusione delle Tecnologie per l'Innovazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed ha fatto parte della commissione di esperti per la definizione del Documento di Visione Strategica decennale del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Dopo aver svolto il ruolo di responsabile dell’area politiche per l’innovazione della Fondazione Cotec, presieduta dal Presidente della Repubblica, ne è stato nominato consigliere di amministrazione.

E’ membro della Task Force del G8 per la Social Impact Finance, membro del Jury per la Social Innovation Competition della Commissione Europea  ed è il rappresentante italiano nel High Level Expert Group for Digital Agenda della Commissione Europea. Dal 2005 al 2010 è stato Presidente di Finpiemonte, la finanziaria di sviluppo della Regione Piemonte.

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_06_calderini_mario.mp3

Chiudi

Brogi
Intervento di Anna Brogi
Anna Brogi Senior Vice President - Enel Group Biografia Vedi atti Guarda il video

Dal 2003 responsabile dell’analisi e miglioramento dei processi di gestione della rete, dell’eccellenza operativa, della qualità, della sicurezza e dell’ambiente di Enel Distribuzione. Gestisce la negoziazione e valorizzazione dei Certificati Bianchi per Enel Distribuzione, principale soggetto obbligato nel meccanismo italiano dei Titoli di Efficienza Energetica.

Dal 2009 è anche responsabile dello sviluppo e coordinamento dei progetti Smart City del gruppo Enel. E’ nei Comitati Direttivi delle Associazioni Genova Smart City, Bari Smart City e Torino Smart City ed è stata coinvolta in diversi gruppi di lavoro a livello nazionale (Confindustria) ed europeo (Smart City Stakeholder Platform) per le Smart City.

Dal aprile 2011, è membro del CDA di Enel Distribuzione S.p.A.

In precedenza ha ricoperto ruoli differenti nella divisione Generazione di Enel e in Edipower S.p.A.

Chiudi

Mosca
Intervento di Giorgio Mosca
Giorgio Mosca Vice President Sales & Marketing Smart Cities, - Selex ES Biografia Vedi atti Guarda il video

Laureato in ingegneria elettronica. Inizia la sua carriera nel 1991 come Responsabile ICT delle Consociate Estere in una multinazionale delle telecomunicazioni e dal 1996 è Corporate Industrial Controller per la stessa azienda. Dal 1999 coordina Innovazione e Business Development per elettrodomestici e servizi digitali in una multinazionale del settore degli elettrodomestici, operando anche negli Stati Uniti come CEO di una startup di domotica. Nel 2004 entra in Finmeccanica come Group CIO. Nel 2009 si trasferisce a una delle società operative del Gruppo, dove gestisce le funzioni di Business Development e Marketing attraverso successive fasi di consolidamento, per dedicarsi poi al processo strategico che conduce all’attuale perimetro della Divisione. Partecipa a convegni e gruppi di studio nazionali ed internazionali, è consigliere di amministrazione di Eurotech, Chairman of the Board della European Organization for Security (EOS), vice-chair della Security Business Unti della Aerospace and Defence European Association (ASD), membro del Consiglio e Presidente dello Steering Committee Cyber Security di Confindustria Digitale, membro del Consiglio Generale di Anitec-Assinform e chair del settore Smart City della piattaforma italiana di Sicurezza SERIT.

Chiudi

Filippeschi
Intervento di Marco Filippeschi
Marco Filippeschi Sindaco - di Pisa Biografia Vedi atti Guarda il video

Marco Filippeschi è nato a Luciana, frazione del comune di Fauglia (Pisa), nel 1960.

Sposato e padre di due figlie, Chiara e Marta. Abita a Pisa, nel quartiere di S. Antonio.
E´ diplomato perito, in Fisica Industriale, e ha studiato Storia moderna e contemporanea nel Corso di Laurea della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Pisa.

E’ iscritto all’Albo speciale dell’Ordine dei giornalisti del Lazio e dirige la rivista on line dell’associazione Legautonomie “Governare il territorio”.

Eletto come rappresentante degli studenti universitari nel Comitato di gestione del Diritto allo Studio e come componente della segreteria provinciale dal 1980, sarà Segretario provinciale della Fgci dal 1983 al 1985 e membro della Direzione nazionale della stessa organizzazione; nel 1985 entra a far parte dell’organico della Federazione comunista pisana e sviluppa le competenze di organizzatore del partito politico, di progettazione e comunicazione politica.

Nel 1992 stato uno dei fondatori dell´associazione “L´Osservatorio”, Comitato pisano per la lotta contro le illegalità e la criminalità organizzata.

E´ stato eletto deputato dell´Ulivo per la XIV Legislatura nel collegio n. 17 di Pontedera (Val d´Era – Val di Cecina – Colline Pisane), componente della XIV Commissione permanente “Politiche dell’Unione Europea”.

E’ stato eletto deputato per la seconda volta nelle elezioni del 9 e 10 Aprile 2006, per la XV Legislatura, come candidato nella lista dell’Ulivo della circoscrizione regionale toscana. E’ stato confermato come componente della XIV Commissione permanente.

Il 2 giugno 2012 gli è stata conferita dal presidente Giorgio Napolitano l’onorificenza di “Commendatore” al merito della Repubblica Italiana.

E’ stato eletto Sindaco di Pisa nelle elezioni comunali del 13 e 14 aprile 2008 e per un secondo mandato il 26 e 27 maggio 2013, al primo turno di voto.

Ha ideato e promosso, insieme ai rappresentanti del Cnr e delle università pisane e alla Regione Toscana, l’InternetFestival - Forme di futuro, evento annuale sui temi e le prospettive della rivoluzione digitale.

Il 26 settembre 2013 è stato designato dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni-Città-Autonomie Locali quale componente della Cabina di regia per l’attuazione dell’Agenda Digitale Italiana, proposto dall’ANCI quale unico rappresentante dei comuni d’Italia.   

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_06_filippeschi_marco.mp3

Chiudi

Raffaelli
Intervento di Vincenzo Raffaelli
Vincenzo Raffaelli Responsabile Smart Cities Test Plant - del CNR Biografia Vedi atti Guarda il video

Vincenzo Raffaelli è un ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche. 67 anni, e si occupa da molti anni di smart cities ne ha trascorsi infatti oltre 40 al Cnr ed ora è associato all’ISOF-CNR di Bologna . Nel suo percorso professionale ha lavorato per conto del CNR presso istituzioni internazionali e presso istituzioni nazionali come il ministero per la PA e Innovazione. Dalla fine del 2009 dirige lo Smart Services Cooperation Lab, istituito con un protocollo di intesa a cui oggi partecipano il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, l’Agenzia per l’Italia Digitale, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e Telecom Italia per favorire lo sviluppo di servizi innovativi per cittadini, enti e imprese. Tra questi spiccano le iniziative Smart Inclusion e Smart Cities.

Attualmente Raffaelli dirige il laboratorio “Smart Cities Test Plant” attivo presso il CNR di Bologna che attraverso apposita convenzione siglata fra Comune di Bologna e CNR opera sul territorio comunale. Inoltre come membro del comitato Scientifico del Progetto CNR “Energia da Fonti Rinnovabili e ICT per la Sostenibilità Energetica” è responsabile dello “Smart Cities Living Lab Siracusa”.

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_06_raffaelli_vincenzo.mp3

Chiudi

Baldacci
Intervento di Emanuele Baldacci
Emanuele Baldacci Direttore Dipartimento per l'integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e di ricerca - ISTAT Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

fo_06_baldacci_emanuele.mp3

Chiudi

Conclusioni

Coppola
Intervento di Paolo Coppola
Paolo Coppola Consigliere Politico per l'Agenda Digitale - del Ministro per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione Biografia Vedi atti Guarda il video

Nato a Roma il 4 novembre 1973. Laurea in Scienze dell'Informazione conseguita nel 1997 con la votazione di 110 e lode/110 presso l'Università degli Studi di Udine. Dottorato in Informatica conseguito nel 2002 presso l'Università degli Studi di Udine. Professore associato presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università degli Studi di Udine dal 2002.

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_o6_coppola_paolo.mp3

Chiudi

Coordina

Vitali
Intervento di Walter Vitali
Walter Vitali Coordinatore - Comitato di indirizzo SAIE - Smart City Exhibition Biografia Vedi atti Guarda il video

Walter Vitali è nato a Minerbio ( Bologna ) il 30 settembre 1952.
Sposato, ha un figlio nato nel 1983.
E' laureato in Filosofia all'Università di Bologna.
Per diciannove anni, dal 1980 al 1999, è amministratore nel Comune di Bologna: assessore per undici anni, sindaco per sei.
Nel 1993 dà vita nel governo di Bologna alla prima esperienza di quella coalizione che poi si chiamerà Ulivo. Rappresenta i sindaci e i comuni italiani nei rapporti con Governo e Parlamento, specie nella preparazione di finanziarie decisive per entrare nella moneta europea.
Nel 1994 firma, insieme a tutti gli altri sindaci e alla Provincia, l'accordo che istituisce la Conferenza metropolitana dei sindaci in vista della costituzione della Città Metropolitana. Presiede i Comitati per la difesa della Costituzione, voluti da Giuseppe Dossetti.
Dal 1995 al 1997 è presidente di Eurocities, l'associazione delle maggiori città europee. Per l'azione di solidarietà e assistenza svolta dal Comune di Bologna in Bosnia durante la guerra interna all'ex Jugoslavia, diventa cittadino onorario di Tuzla.
Nel 1995 Bologna viene proclamata Città europea della cultura per l'anno 2000. Vitali firma con il Vicepresidente del Consiglio Veltroni un protocollo d'intesa che assicura importanti finanziamenti per nuovi spazi e attività culturali nella città, compresa la Biblioteca nazionale delle donne, finalizzati anche alla sua valorizzazione turistica.
Dal 1999 al 2001 è responsabile nazionale autonomie locali dei Democratici di Sinistra.
Nel maggio 2001 viene eletto senatore nel Collegio 7 dell'Emilia-Romagna (Bologna-Bazzano). Nel corso della XIV Legislatura è membro della Commissione Affari Costituzionali del Senato e capogruppo DS-Ulivo nella Commissione bicamerale per le questioni regionali.
Nell'aprile 2006 viene rieletto al Senato per la lista DS della Regione Emilia-Romagna e si iscrive al gruppo dell'Ulivo. Fa parte della Commissione Affari Costituzionali del Senato e viene riconfermato capogruppo PD della Commissione bicamerale per le questioni regionali.

Nell'aprile 2008 viene eletto per la terza volta al Senato per la lista PD della Regione Emilia-Romagna. E' confermata la sua appartenenza alla Commissione Affari Costituzionali del Senato e alla Commissione bicamerale per le questioni regionali.

Chiudi

Atti di questo intervento

fo_06_vitali_walter.mp3

Chiudi

Torna alla home