Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 11:15

Smart City e sicurezza del territorio: tecnologie, infrastrutture e modelli per città più sicure e resilienti [ co.20 ]

Nessuna città può essere smart e nessuna comunità può essere intelligente se non garantisce ai suoi cittadini il diritto a vivere sereni. Ma cosa vuol dire progettare l’infrastruttura di sicurezza di una smart city? La chiave di volta è senza alcun dubbio quella di pensare l’ambiente urbano non in modo settoriale, ma sistemico. La città è un insieme di elementi: elementi naturali, edifici, auto, infrastrutture, ma anche persone, aziende organizzazioni. Aumentare il livello di sicurezza complessivo vuol dire, quindi, tenere sotto controllo una moltitudine di parametri differenti ed agire su diversi fronti non solo per rispondere alle emergenze, ma anche e soprattutto per prevenirle.

In questo approccio la tecnologia può giocare un ruolo fondamentale purché non la si interpreti come un rimedio tout court. Sensoristica distribuita, data analysis, sistemi di comunicazione efficienti, interoperabilità tra sistemi, monitoraggio attraverso gli aeromobili a controllo remoto (droni), software di simulazione e strumenti predittivi sono, quindi, tutti strumenti abilitanti di una gestione integrata della sicurezza la cui altra faccia della medaglia è rappresentata dall’incoraggiare la cittadinanza a vivere le strade, la città, il quartiere e a prendersene cura.

Programma dei lavori

Modera

Luise
Daniela Luise Direttore - Coordinamento Agende 21 locali italiane Biografia

Nata a Padova il 22 settembre 1955, ho ottenuto il diploma di Ragioniere nel 1974 presso l'Istituto tecnico P.F. Calvi di Padova. Dopo varie esperienze lavorative, nel 1989 ho iniziato a lavorare al Settore Ambiente del Comune di Padova che stava iniziando a strutturarsi in quel periodo. Ho potuto quindi seguire lo sviluppo del Settore che da una iniziale applicazione delle prime normative ambientali si é sviluppato e strutturato con personale qualificato.

Ho conseguito il Master Europeo in gestione ambientale e sviluppo sostenibile "M.E.G.A.S." Università di Ferrara novembre 1999 - giugno 2001 con una tesi su "Contabilità ambientale di un ente locale".

Nel 2009 ho conseguito il Certificato Internazionale di Ecologia Umana rilasciato dall'Università di Padova con una tesi sugli Acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione.

Dal luglio 2011 sono Direttore del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane.

Sono responsabile dal 2001 dell'Ufficio Informambiente e Agenda 21 che si occupa di promuovere e gestire i percorsi di educazione ambientale e di gestire l'Agenda 21 a Padova.

Ho partecipato a vari tavoli di lavoro nazionali su: Acquisti verdi presso il Ministero dell'Ambiente, contabilità ambientale gestito da ANPA e consumi sostenibili gestito da ARPA Toscana.

Ho esperienza nella gestione di progetti europei in quanto per il Comune di Padova sono stata responsabile dei seguenti progetti europei:

  • LIFE PARFUM 2007-2009;
  • LIFE LAKS 2009-2011;
  • LIFE ECO COURTS 2011-2014;

sono inoltre recentemente stati attivati i progetti:

  • IEE Conurbant;
  • IEE Covenant Capacity;
  • Cooperazione internazionale ENERGIS.

Chiudi

Intervengono

Schibel
Mayors Adapt – diventare resilienti localmente in Europa

La nuova iniziativa della DG Climate Action della Commissione europea “Mayors adapt” crea sulla falsa riga del Patto dei Sindaci un rapporto diretto enti locali – Commissione Europea per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Si tratta di un impegno volontario che inserisce l’amministrazione locale in una rete europea offrendo sostegno metodologico, visibilità e scambio d’esperienze. Per molti comuni l’adattamento è un nuovo campo d’azione, altri come Francoforte sul Meno o la città anseatica di Rostock raggiungono Mayors adapt in uno stadio di avanzata progettualità. Di particolare interesse i modelli di governance multi livello praticati.

Karl-Ludwig Schibel Mayors Adapt Secretariat Alleanza per il Clima Biografia

Dr. Karl-Ludwig Schibel, fa parte della presidenza di Climate Alliance (Alleanza per il Clima delle città europee), la più grande rete di enti locali e territoriali impegnati nella salvaguardia del clima e coordina la sezione in Italia (www.climatealliance.it). Il coordinamento italiano è attivo come helpdesk per “Mayors Adapt”, la nuova iniziativa della Commissione Europea sull’adattamento dei centri urbani ai cambiamenti climatici.


 

Chiudi

Musco
Politiche urbane di pianificazione climatica
Francesco Musco Professore Associato di Pianificazione Territoriale ed Ambientale - Università Iuav di Venezia Biografia

Francesco Musco (1973), architetto e urbanista, dottore di ricerca (PhD) in Analisi e Governo dello Sviluppo Sostenibile (Ca’ Foscari), è Professore Associato di Pianificazione Urbanistica ed Ambientale presso l’Università Iuav di Venezia.

Direttore dell’Erasmus Mundus Master Course on Maritime Spatial Planning (EMMCMSP). Fa parte dell’academic board del Master Europeo in Planning and policies for the City, Environment and Landscape (www.iuav.it/cap) e del consiglio del dottorato in Pianificazione territoriale
e Politiche Pubbliche del Territorio.

Consigliere di amministrazione CORILA (www.corila.it) Consortium for Managing Scientific Research on Venice Lagoon System (2014-18).

Ha insegnato e svolto attività di ricerca in Italia e all’estero nelle università di Lousville, Kentucky (Center for Environmental Policy and Management), Parma (Facoltà di Economia), Bologna (Facoltà di Ingegneria), Reading (Department of Real Estate and Planning), Barcelona (UAB, Geografía), Alghero (Uniss, Architettura).

È responsabile degli accordi di collaborazione di Iuav con Drexel University (Philadelphia, US), John Hopkins University (Baltimore, US), University of Reading (UK), Future University (Khartum, Sudan), Washington DC Office of City Planning (US).

 

Collabora con diversi enti pubblici e privati alla definizione di politiche ambientali, territoriali e per lo sviluppo locale sostenibile. Coordinatore di numerosi progetti internazionali su finanziamento UE, tra i più recenti:

ADRIPLAN (DG Mare 2013-15) Adriatic Ionian Maritime Spatial Planning(adriplan.eu); UHI (Central 2011-14) Development and application of mitigation and adaptation strategies and measures for counteracting the global Urban Heat Islands phenomenon (eu-uhi.eu).

Per la Regione Veneto e Undp/Art di Quito coordina il progetto di cooperazione Desarollo sostenible y nuevo marco de ordenación territorial del Humedal Abras de Mantequilla (2011-2015).

Dal 2013 dirige la collana editoriale Innovative and Frontier Environmental Planning di Springer-Verlag. 

Tra le sue recenti pubblicazioni (2009), Rigenerazione Urbana e Sostenibilità, FrancoAngeli, Milano; con M.van Staden (2010), Local Government for Climate Change, Springer, New York; con D. Patassini (2012), “Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici: valutazioni di efficiacia di piani e politiche in Usa, in Europa e in Italia”, Maggioli; con E. Zanchini (2014), Il clima cambia le città. Strategie di adattamento e mitigazione nella pianificazione urbanistica, FrancoAngeli, Milano; con E. Gissi (2014), Introduzione al Maritime Spatial Planning. L'approccio ecosistemico per la pianificazione spaziale del mare, FrancoAngeli, Milano

 

Chiudi

Fioroni
Perugia: tra sensi e sensori, verso il nuovo modello di intelligenza urbana
Michele Fioroni Assessore al Marketing territoriale, Sviluppo economico e Progettazione europea, Arredo urbano - Comune di Perugia Biografia

Ha maturato un’esperienza ventennale nel Marketing della GDO e del Food occupandosi, tra i primi in Italia,  di sistemi di fidelizzazione e Category Management.
Costante è il legame con il mondo accademico e con quello della ricerca. Docente di Marketing presso l’Università degli Studi di Perugia, e collabora inoltre con numerose business School italiane. Provocatorio, visionario, a volte irriverente è considerato un raffinato pensatore di management ed uno dei massimi esperti italiani di Branding, nonché apprezzato conferenziere. (La sua ultima pubblicazione, Brand Storming è stata pubblicata e distribuita in oltre 50 paesi dalla celebre casa editrice Palgrave MacMillian).

 

Chiudi

Boeri
Andrea Boeri Professore ordinario Dipartimento di Architettura - Università di Bologna Biografia

Andrea Boeri è professore ordinario di Tecnologia dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna. Ha insegnato in diverse sedi universitarie e partecipato a più dottorati di ricerca. Coordinatore e componente di gruppi di ricerca internazionale nel settore della tecnologia dell'architettura con riferimento a sistemi costruttivi e materiali innovativi per alte prestazioni di involucro, riqualificazione energetica, impatto dei cambiamenti climatici, built environment e smart cities. Dal 2011 al 2014 ha coordinato la sezione nazionale Sostenibilità del Sito per lo sviluppo dei protocolli LEED - Leadership in Energy and Enironmental Design, e il Chapter Emilia Romagna del Green Buiding Council Italia. Componente di comitati scientifici ed editoriali, reviewer per journal internazionali, titolare di convenzioni per collaborazioni scientifiche e ricerche. Autore di oltre 130 pubblicazioni comprendenti monografie, saggi, articoli in journal e atti di conferenze internazionali.

Chiudi

Luise
Il Clima cambia le città? Quali azioni delle amministrazioni locali italiane
Daniela Luise Direttore - Coordinamento Agende 21 locali italiane Biografia

Nata a Padova il 22 settembre 1955, ho ottenuto il diploma di Ragioniere nel 1974 presso l'Istituto tecnico P.F. Calvi di Padova. Dopo varie esperienze lavorative, nel 1989 ho iniziato a lavorare al Settore Ambiente del Comune di Padova che stava iniziando a strutturarsi in quel periodo. Ho potuto quindi seguire lo sviluppo del Settore che da una iniziale applicazione delle prime normative ambientali si é sviluppato e strutturato con personale qualificato.

Ho conseguito il Master Europeo in gestione ambientale e sviluppo sostenibile "M.E.G.A.S." Università di Ferrara novembre 1999 - giugno 2001 con una tesi su "Contabilità ambientale di un ente locale".

Nel 2009 ho conseguito il Certificato Internazionale di Ecologia Umana rilasciato dall'Università di Padova con una tesi sugli Acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione.

Dal luglio 2011 sono Direttore del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane.

Sono responsabile dal 2001 dell'Ufficio Informambiente e Agenda 21 che si occupa di promuovere e gestire i percorsi di educazione ambientale e di gestire l'Agenda 21 a Padova.

Ho partecipato a vari tavoli di lavoro nazionali su: Acquisti verdi presso il Ministero dell'Ambiente, contabilità ambientale gestito da ANPA e consumi sostenibili gestito da ARPA Toscana.

Ho esperienza nella gestione di progetti europei in quanto per il Comune di Padova sono stata responsabile dei seguenti progetti europei:

  • LIFE PARFUM 2007-2009;
  • LIFE LAKS 2009-2011;
  • LIFE ECO COURTS 2011-2014;

sono inoltre recentemente stati attivati i progetti:

  • IEE Conurbant;
  • IEE Covenant Capacity;
  • Cooperazione internazionale ENERGIS.

Chiudi

Piccinocchi
City Operating System la vision di Selex ES per la gestione intelligente e resiliente dei fenomeni urbani
Luca Piccinocchi CTO LoB smart Solution - Selex ES
Gueze
Raffaella Gueze Comune di Bologna
Ghirardi
Civic Hacking, emergenze e rischio ambientale : Una chiamata alle “armi”

I Civic hacker sono persone che lavorano in modo collaborativo per creare soluzioni innovative a problematiche sociali.

Durante un hackathon alla regione Toscana più di un gruppo ha pensato di lavorare alla gestione delle informazioni relative alle emergenze e ai rischi ambientali. Tornati dall'hackathon, vincitori, abbiamo raccontato la nostra idea alla comunità e molte altre persone hanno risposto proponendo idee e segnalando esperienze e soluzioni esistenti.

Collaborativamente abbiamo scritto un documento di best practices sull'uso dei social network per questo tipo di informazioni e una lista di account di istituzioni.
Vogliamo continuare a lavorare su queste tematiche, e per farlo al meglio stiamo organizzando un raduno nazionale, #hackEmergenze.

Nicola Ghirardi Biografia
Civic Hacker nel tempo libero, appassionato di Open Data e Data Journalism.
Volontario in coderdojo, movimento senza scopo di lucro che si occupa di istituire dei club e organizzare incontri gratuiti per insegnare ai giovani a programmare.
Tecnologo nel settore education, lavoro per CINECA, consorzio di università, nel dipartimento servizi innovativi.
twitter: @ghirardinicola

Chiudi

Speed speech

Rinaldi
progetto: Alert System e SPOT: l’informazione su Protezione Civile e Mobilità
Gianluca Rinaldi Dipartimento Territorio e Politiche Ambientali - Comune di La Spezia Biografia

Nato nel 1966 si laurea in Ingegneria Civile sezione Trasporti all' Università di Pisa con tesi sul
Piano dei Parcheggi della città della Spezia.
Dopo la laurea, nel 1994 avvia una collaborazione con il Centro Studi Traffico di Milano.
Dal 1995 al 1997 è funzionario dell'Ufficio Tecnico presso la Provincia di Massa Carrara.
Nel 1997 è funzionario responsabile del Servizio Mobilità del Comune della Spezia, dove si
occupa della gestione della mobilità urbana e di progetti di ricerca e sviluppo.
E' responsabile del procedimento di vari interventi di opere pubbliche tra cui la realizzazione
del parcheggio interrato CentroStazione.
Progetta e attua SPEZIAINBICI, il sistema di bike sharing della Spezia.
Partecipa a progetti europei sui temi dei carburanti a basso impatto e degli Open Data.
Progetta e coordina la realizzazione di un sistema di infomobilità che prevede un supervisore
web del traffico capace di gestire e monitorare i vari sottosistemi di gestione del traffico urbano
(pannelli VMS, sosta, ZTL, semafori, …) e di alimentare un sito web per l’infoutenza.
Dal 2011 è Dirigente Tecnico del Comune della Spezia dei servizi Mobilità, Strade, Verde
Pubblico, Protezione Civile, Manutenzioni.
E’ responsabile del servizio di Protezione Civile comunale.

Chiudi

Torna alla home