Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 10:30 a 13:30

Pensare digitale. La visione strategica del futuro [ co.23 ]

Un confronto aperto e visionario promosso da FORUM PA e Stati Generali dell’Innovazione

Le tecnologie digitali, sempre più pervasive, obbligano i governi e la politica a riconoscere la necessità di cambiare profondamente paradigmi sociali ed economici che si erano consolidati. Diventa così necessario, soprattutto per i decisori, “pensare digitale”, agire nel digitale, tenendo conto dei cambiamenti prodotti e producibili nelle relazioni e negli scambi sociali ed economici.
Il passaggio che stiamo vivendo in questi mesi, in cui si sdoganano le tecnologie digitali riconoscendo loro un’importanza che va oltre il semplice “efficientamento” dei processi e la riduzione dei costi delle attività, è un passaggio obbligato, ma è preliminare e insufficiente.

Nella Carta d’intenti per l’innovazione, che ha raccolto l’adesione di decine di cittadini e di parlamentari, promossa dall’associazione SGI, si sono identificati alcuni concetti di base per lo sviluppo strategico: la sostenibilità, l’openness, la centralità territoriale, suggerendo così una direzione di marcia.

La proposta è così portare i diversi attori (politica nazionale, istituzioni territoriali, associazioni,  imprese) ad un confronto strategico su due punti:

  • quali caratteristiche/parole chiave devono definire lo scenario che si vuole realizzare;
  • quali condizioni deve realizzare la politica per costruire il percorso di realizzazione.

Programma dei lavori

Apertura

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia Vedi atti

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 30^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 17 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Atti di questo intervento

carlo_mochi_sismondi.mp3

Chiudi

Introduce e Modera

Iacono
Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Giuseppe Iacono Vice Presidente - Stati Generali dell'Innovazione Biografia Vedi atti

Capo segreteria tecnica Assessorato Roma Semplice.

Laureato in Scienze dell’Informazione, ha 30 anni di esperienza in campo tecnico, gestionale e manageriale, come imprenditore, consulente, formatore. Ha coordinato progetti di miglioramento per aziende di profilo internazionale e sviluppato interventi di formazione e sviluppo competenze nel campo della gestione dei team, del project management e della qualità.

Da anni promuove iniziative in campo nazionale sui temi dell’innovazione, è stato Presidente dell’Associazione Stati Generali dell’Innovazione, di cui è anche co-fondatore (www.statigeneralinnovazione.it), già Presidente anche dell’Istituto Italiano Open Data, è stato coordinatore del gruppo di lavoro “Competenze per la cittadinanza digitale e inclusione digitale” del Programma Nazionale per la cultura, la formazione e le competenze digitali, e advisor esperto dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano. Co-ideatore e docente del master Smart PA della Link Campus University e docente del master Innovare con il Cloud dell’Università degli studi di Padova.

Scrive periodicamente come protagonista collaboratore su www.agendadigitale.eu, curatore del canale Scuola Digitale, è membro del Comitato degli Esperti per l’innovazione di OMAT360 e “eSkills Ambassador” per i progetto europeo “e-skills 4 Jobs”. È autore di oltre 100 lemmi dei nuovi volumi Scienza e Tecnica dell’Enciclopedia Treccani dedicati a Informatica e Nuovi Media e di numerose pubblicazioni su riviste specializzate, su atti di convegni e di seminari, oltre che di diversi libri sui temi del management e dell’innovazione.

Chiudi

Pensare digitale: le amministrazioni alle prese con le agende digitali locali

Pizzaleo
Antonella Angela Pizzaleo: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Antonella Giulia Pizzaleo Responsabile Agenda Digitale Regionale e Internet Governance - Regione Lazio Biografia Vedi atti

E' Responsabile dell’Agenda Digitale e della Internet Governance per la Regione Lazio. In passato ha lavorato sui temi dell’e-government e dell’innovazione per pubbliche amministrazioni centrali e locali. Dal 2006 al 2008 è stata Consigliere Scientifico per il Ministro della Pubblica Amministrazione e dell’Innovazione. Si è a lungo occupata di Internet Governance presso l’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa. Svolge attività di docenza presso università e centri di ricerca.

Chiudi

Atti di questo intervento

antonella_giulia_pizzaleo.mp3

Chiudi

D'Alena
Michele D'Alena: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Michele D'Alena Esperto in processi di e-government e innovazione sociale, - Comune di Bologna Biografia Vedi atti
Per la Fondazione per l’Innovazione Urbana, ex Urban Center di Bologna, coordina l’Ufficio Immaginazione Civica: l’obiettivo è sostenere l’innovazione urbana promuovendo, sia a livello locale che internazionale, le attività di collaborazione verso tutti i cittadini, le comunità e le imprese, con particolare attenzione a chi è solitamente escluso. Utilizzando  tecnologia e metodi e strumenti coniugati a seconda degli obiettivi, dei luoghi e dei contesti affrontati, l’Ufficio Immaginazione Civica opera come laboratorio di sviluppo e ricerca della città collegando le risorse, le scelte e i progetti dell’Amministrazione con i bisogni, le potenzialità e le capacità di cittadini e comunità.
Hoacollaborato con Regione Toscana, Unioncamere – l’Unione italiana delle Camere di commercioCamera di Commercio Italiana in Germania, Camera di Commercio Italo-Slovacca e l’agenzia di comunicazione O-One. Occupandomi di integrazione socio-sanitaria, comunicazione sociale e interculturale e cittadinanza attiva ho lavorato per ANPAS ER e Azienda Sanitaria di Bologna.  E' attivamente impegnato come attivista in RENA

Chiudi

Atti di questo intervento

michele_d_alena.mp3

Chiudi

Tartari
Dimitri Tartari: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Dimitri Tartari Responsabile Coordinamento Agenda Digitale regionale - Regione Emilia Romagna Biografia Vedi atti

Responsabile Agenda Digitale dell'Emilia-Romagna, attualmente lavora nel Gabinetto del Presidente in Regione Emilia-Romagna. Precedentemente è stato consulente di politiche pubbliche per il digitale, amministratore in un Comune di medie dimensioni, project manager di progetti EU e nazionali. Laureato in Economia con specializzazioni in ambito di Economia della Rete da sempre è prima di tutto un entusiasta delle tecnologie e un positivista. Crede nell'opportunità e necessità di lavorare sulle "comunità informali" che sempre più spesso producono reale cambiamento sociale attraverso Internet e la tecnologia.

Chiudi

Atti di questo intervento

dimitri_tartari.mp3

Chiudi

Pensare digitale: le imprese innovative

Masini
Alberto Masini: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Alberto Masini Business Development Manager per il settore pubblico - Microsoft Italia Biografia Vedi atti

Nato a Reggio Emilia nel 1966, nel 1990 inizia a occuparsi professionalmente di informatica, specializzandosi nei sistemi distribuiti e nelle reti di personal computer. Dal 1997, lavora presso Microsoft, dove attualmente ricopre il ruolo di Business Development Manager per il settore pubblico.

Si occupa prevalentemente di progetti strategici che coinvolgono la Microsoft e la pubblica amministrazione, sia a livello locale che a livello centrale, con particolare attenzione ai servizi di pubblica utilità per il cittadino, l'eDemocracy e l'eGovernment in genere. Sta inoltre attivamente partecipando come rappresentante della Microsoft alla segreteria tecnico-scientifica prevista dalla Legge 4/2004 per l'accessibilità ai sistemi informativi da parte di utenti con diverse disabilità. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni e seminari sulle IT e processi della pubblica amministrazione

Chiudi

Atti di questo intervento

alberto_masini.mp3

Chiudi

Sullini
Mattia Sullini: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Mattia Sullini Membro del team - StartUp Europe Coworking Assembly Biografia Vedi atti

Architetto di formazione, è illustratore freelance in computer grafica dal 2000. Nel 2009 avvia insieme ad un socio 22A|22, un coworking che inglobava anche un laboratorio per artigiani. Deciso a valorizzare questa peculiarità, nel 2012 si unisce al gruppo dei fondatori di FabLab Firenze, portando un forte contributo nel determinarne la vocazione collaborativa, divulgativa e formativa rispetto ai temi del making e della personal digital fabrication. Nel 2013 avvia COMBO, un progetto di coworking diffuso ed allo stesso tempo di promozione ed affiancamento all'avvio di piccoli spazi collaborativi da riunire in un unico network cittadino. La prima realizzazione del progetto è stata LOFOIO, una bottega artigiana dove grazie a svariati strumenti ed attrezzatura tutti gli affiliati possono acquisire confidenza con le attività manuali, l'artigianato, il faidate.  Design-thinker e connettore per vocazione, è promotore entusiasta e praticante convinto dell'approccio collaborativo in ogni sua forma e mette a disposizione la sua conoscenza delle applicazioni di questo approccio nella stesura e nella progettazione quale consulente di iniziative di coworking, community building, fablab e makerspace.

Chiudi

Atti di questo intervento

mattia_sullini.mp3

Chiudi

Pensare digitale: la voce dei cittadini e delle associazioni

Branchini
Sara Branchini: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Sara Branchini Centro Antartide Bologna Biografia Vedi atti

Dopo la laurea specialistica in Scienze della Comunicazione Pubblica, Sociale e Politica dell’Università di Bologna, Sara Branchini ha frequentato il Master in Comunicazione Ambientale e Giornalismo del CTS e Università La Sapienza di Roma. Dal 2009 si occupa di civic engagement,  innovazione sociale, processi di civic empowerment, comunicazione, facilitazione e attivazione sociale per il Centro Antartide (www.centroantartide.it)  – Università Verde di Bologna, un centro attivo da più di 20 anni nell’ambito della comunicazione sociale, ambientale, dell’educazione e dello studio delle tematiche della sostenibilità. Coordinatrice del progetto bolognese La città civile (www.lacittacivile.it), che coinvolge  cittadini e scuole bolognesi in attività di cura del territorio e di rilancio del capitale sociale in città,  nel 2012-2013 ha curato la fase di sperimentazione territoriale del progetto Le città come beni comuni (www.cittabenicomuni.it), che ha portato alla costruzione, da parte di LABSUS - Laboratorio per la Sussidiarietà  e del Comune di Bologna, del Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, presentato nel febbraio 2014. Dall’inizio del 2014 lavora alla promozione del progetto Italia Ti Voglio Bene (www.italiativogliobene.it) per il rilancio del capitale sociale in Italia.

Chiudi

Atti di questo intervento

sara_branchini.mp3

Chiudi

Iaione
Christian Iaione: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Christian Iaione Direttore scientifico Labsus - e coordinatore LUISS - LABGOV Biografia Vedi atti

Christian Iaione è professore associato di diritto pubblico e amministrativo nell’Università degli studi Guglielmo Marconi di Roma, fellow dell’Urban Law Center della Fordham University di New York e visiting professor di diritto e politiche urbane e governance dei beni comuni presso la LUISS Guido Carli. Studia la rigenerazione urbana, la sharing economy e l'innovazione sociale nell’ambito del programma di ricerca LabGov – LABoratorio per la GOVernance dei beni comuni. In qualità di esperto del Comitato delle Regioni della UE ha steso il parere sulla dimensione locale e regionale dell’economia della condivisione. E’ membro dello Sharing Economy International Advisory Board del Seoul Metropolitan Government e advisor di diversi enti e istituzioni locali italiane (e.g. Regione Toscana, Roma Capitale, Comune di Bologna, Comune di Reggio Emilia, ecc.). Di recente è stato nominato esperto della Commissione europea nell'ambito del programma Urban Innovative Actions per assistere il Comune di Torino nel progetto CO-City. E' of counsel dello studio GIPLEX.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

christian_iaione.mp3

Chiudi

Pensare digitale: la parola all’intergruppo parlamentare sull’innovazione

Palmieri
Antonio Palmieri: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Antonio Palmieri Deputato Biografia Vedi atti

Sono nato a Milano il 14 febbraio 1961 e dal 5 luglio 1997 sono sposato con Elisabetta: abbiamo due figli. Alle elezioni del 4 marzo 2018 sono stato eletto ancora una volta deputato, sempre nella circoscrizione Lombardia 2 (province di Como, Sondrio, Lecco), la stessa nella quale ero stato candidato ed eletto nel 2013, 2008 e nel 2006. Nella prima legislatura (2001-2006) ero il deputato del collegio di Cantù. Dall’ottobre 1993 lavoro al progetto di cambiamento proposto da Forza Italia.

Ho fatto tutte le campagne elettorali nazionali, regionali ed europee a fianco del presidente Berlusconi e la prima campagna per l’elezione di Albertini sindaco di Milano, maturando una cospicua esperienza sul campo nel marketing politico tradizionale e online. Qui puoi vedere parte del lavoro fatto nella campagna elettorale 2018: berlusconi2018.it In Parlamento, sono tra i fondatori dell’intergruppo Innovazione e coordinatore dell’intergruppo della Sussidiarietà. Alla Camera organizzo ogni anno almeno sei eventi dedicati all’innovazione, per portare dentro il Parlamento un po’ di cultura digitale, per capire come migliorare le leggi in materia, per dare merito al molto di buono che si muove nella nostra Italia. Di alcuni di questi eventi trovi traccia nella parte destra della home. Siccome non mi faccio mancare niente, sono anche interista. 

Sono giunto all’impegno politico in modo per me inatteso, rispondendo a una “chiamata” fattami nell’autunno 1993, mentre lavoravo come produttore e assistente del capostruttura dei Programmi Speciali a RTI (Reti Televisive Italiane), la società Mediaset che realizza i programmi televisvi. Lavoravo lì dal 1989. In precedenza avevo lavorato alle poste italiane (1986-88), fondato e diretto la società di comunicazione Promedia (1988-1991) e lavorato in Radio RAI (sede di Milano) come autore e programmista-regista (1988-89). Le mie esperienze lavorative hanno seguito un curriculum di studi iniziato al liceo classico Giovanni Berchet di Milano, proseguito con una laurea in filosofia presso l’Università degli Studi di Milano (1986, voto 110/110) e una specializzazione triennale in comunicazione presso la Scuola di Specializzazione in Comunicazioni Sociali dell’Università Cattolica di Milano (1989, voto 90/90).

Sono nato e vivo in un quartiere alla estrema periferia sud di Milano, il Corvetto, dove è nata anche mia moglie. Nel mio quartiere ho da sempre praticato una intensa attività sociale, principalmente attraverso le strutture della mia parrocchia, San Michele Arcangelo e Santa Rita. Tra le altre cose, qui, con alcuni amici, nel 1989 ho fondato l’associazione culturale “Il Cortile”, che si propone di divulgare i principi e i fondamenti della dottrina sociale della Chiesa. In forza di queste radici culturali, nel 1995 assieme ad un manipolo di amici azzurri ho fondato la Consulta Cattolica della Lombardia di Forza Italia. Da ragazzo ho giocato in modo “coordinato e continuativo” a calcio, tennis tavolo e scacchi. Attualmente pratico quando posso il tai chi chuan – nobile disciplina orientale – e non mi tiro indietro se c’è la possibilità di fare una sana partita a pallone o di camminare in montagna.

Chiudi

Atti di questo intervento

antonio_palmieri.mp3

Chiudi

Liuzzi
Mirella Liuzzi: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Mirella Liuzzi Deputata Biografia Vedi atti

Parlamentare del MoVimento 5 Stelle, eletta nel 2013 alla Camera dei Deputati, è attualmente Segretario della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni e membro della Commissione di Vigilanza Rai. Digitalizzazione del Paese, banda larga, connettività, trasparenza della PA e libertà di informazione sono alcuni dei principali temi della sua attività parlamentare.

Appassionata di  attualità, politica e informazione,  si laurea in “Scienze della Comunicazione” approfondendo il tema del digital divide ed in seguito in “Comunicazione Pubblica d’Impresa, Comunicazione politica e sociale” con una tesi sull’impatto dei cambiamenti climatici sugli equilibri geopolitici del mondo. Successivamente ha lavorato a Valencia (Spagna), presso un Ente che si occupa di associazionismo e corsi di formazione. Nello stesso periodo ha cominciato ad interessarsi a temi come i cambiamenti climatici, la teoria della decrescita e le cause della crisi economica. Dal 2010 in poi prende attivamente parte al M5S. Ha lavorato a Roma nel settore marketing e fundraising di Greenpeace e AMREF. Prima di essere eletta in Parlamento si è occupata di formazione e progettazione presso un Ente.

Chiudi

Atti di questo intervento

mirella_liuzzi.mp3

Chiudi

Coppola
Paolo Coppola: Pensare digitale. La visione strategica del futuro
Paolo Coppola Consigliere Politico per l'Agenda Digitale - del Ministro per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione Biografia Vedi atti

Nato a Roma il 4 novembre 1973. Laurea in Scienze dell'Informazione conseguita nel 1997 con la votazione di 110 e lode/110 presso l'Università degli Studi di Udine. Dottorato in Informatica conseguito nel 2002 presso l'Università degli Studi di Udine. Professore associato presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Università degli Studi di Udine dal 2002.

Chiudi

Atti di questo intervento

paolo_coppola.mp3

Chiudi

Quintarelli
Stefano Quintarelli Comitato Permanente sull'attuazione dell'Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile - Camera dei Deputati Biografia

Nato a Negrar, in provincia di Verona, nel 1965. Sposato con Alessandra, papà di Chiara ed Irene, di professione imprenditore. Pioniere del digitale e tra i principali esperti dei temi legati alla rete in Italia, nel 1994 ha fondato I.Net, il primo operatore internet professionale italiano. Già direttore dell'Area Digital del Gruppo24ore, nel 2012 è stato candidato indipendente per la commissione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Collabora con la Regione alla redazione della Agenda digitale veneta. È stato votato dal Corriere della Sera-Economia come uno dei 30 imprenditori più innovativi in Italia.

 

Chiudi

Torna alla home