Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:30 a 13:30

Dalla città al territorio: infrastrutture, strumenti e processi per un ecosistema abilitante [ co.09 ]

L’intelligenza urbana non può essere confinata al solo Comune, ma deve superare i confini e permeare l’intero territorio. È quest’ultimo infatti che vede trasformarsi in ambiente abilitante. Ma come è possibile far crescere delle Smart Regions che favoriscano la partecipazione sia nella sfera pubblica che a livello istituzionale? Siamo pronti a mettere in azione un nuovo e più ampio modello di governance? Alla vigilia della nascita delle Città Metropolitane risulta più che mai importante riflettere su nuovi modelli per la governance dei territori urbani.

L’evento di respiro internazionale è l’occasione per conoscere e mettere a confronto diverse esperienze, strumenti e soluzioni. Già in numerose città europee infatti prendono forma idee e germogliano competenze sperimentando modelli innovativi di governo del territorio. 

Programma dei lavori

Modera

Bonelli
Intervento di Ugo Bonelli

Parlando di passaggio da ambito urbano ad ambito regionale, si racconta di un esempio di progettazione partecipata in Calabria, 5 laboratori nelle rispettive province, verso un percorso di integrazione reciproca. Con delle criticità riscontrate che permettono di riflettere anche su altri contesti: 1) frammentazione degli approcci 2) scarso dialogo tra aree urbane 3) eccessiva spinta alla verticalità delle politiche 4) carenza d’ingaggio della società civile 5) eccessiva focalizzazione sul tema del finanziamento.

Ugo Bonelli Consulente - DINTEC – Stati Generali Innovazione Biografia Vedi atti Guarda il video

Economista dell’innovazione,  da anni  si occupa di analisi e valutazione delle politiche pubbliche sull'eGovernment e, più di recente,  sull'impatto economico e organizzativo del paradigma Open government e Open Data con particolare attenzione all'innovazione e semplificazione nei rapporti tra PA e Imprese.

Già consulente del CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica della PA) per l'area Progetti, applicazioni e servizi, fa parte del Consiglio Direttivo di Stati Generali dell’Innovazione ed è, attualmente, collaboratore di DINTEC (www.dintec.it) su Open Data, Open Government e Agenda Digitale per l’innovazione urbana e lo sviluppo territoriale e Agid (Area Studi, ricerche e pareri); collabora con Lazio Innova SpA, come istruttore e valutatore di progetti (avviso Open Data per PMI e PA locali, Creativi digitali, ecc.) e BIC Lazio.

Contributor sul tema Open Data e Open Government su riviste specializzate online e cartacee, partecipa, sempre sugli stessi argomenti, ad attività di sensibilizzazione (SMAU, Forum PA, ecc.) e formative (Formez, MIUR,)

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co_09_bonelli_ugo.mp3

Chiudi

Interventi

Zulianello
Intervento di Matteo Zulianello

Il progetto REScoop nasce con il supporto della Commissione Europea nell’ambito di Intelligent Energy. Iniziato nel 2011 e in via di conclusione nel 2015, cerca di mettere i cittadini al centro della visione per il raggiungimento di una produzione energetica proveniente da fonti rinnovabili, con l’obbiettivo di ridurre del 20% i consumi entro il 2020. Partendo da una constatazione: anche le energie rinnovabili constatano una contrapposizione da parte della amministrazioni locali.

Matteo Zulianello Avanzi Biografia Vedi atti Guarda il video
Ricercatore e consulente, in Avanzi dal 2003, si occupa di partecipazione, di gestione dei conflitti ambientali e territoriali e di responsabilità sociale d’impresa per la pubblica amministrazione e per le grandi imprese.
Negli ultimi anni ha partecipato all'esperienza della Strategia Nazionale Aree Interne nell'Oltrepò Pavese e nell'Alto lago di Como e all'attuazione delle politiche di rigenerazione urbana promosse attraverso l'Asse 6 del POR FESR della Regione Emilia Romagna.

Chiudi

Melli
Pegognaga Digitale: il Comune su misura

Il progetto Pegognaga Digitale per abilitare processi smart di partecipazione. 3 assi portanti per rinnovare il Comune: insediamento della fibra ottica, il coinvolgimento dei cittadini e il patto dei sindaci. L’opera di infrastrutturazione digitale è stata praticamente a costo zero per l’amministrazione per i prossimi 10 anni, offrendo l’integrazione della rete dei servizi all’azienda fornitrice.

Questo è uno dei progetti che hanno partecipato alla nostra call "Tecnologie e soluzioni per la Smart City" e che puoi scoprire a questo link.

Dimitri Melli Sindaco di Pegognaga Biografia Vedi atti Guarda il video

Dimitri Melli è Sindaco di Pegognaga dal 2009. Ha ricoperto l’incarico di Assessore alla Protezione Civile, Sport, Caccia e Pesca della Provincia di Mantova.

Pegognaga è un piccolo Comune di 7.230 abitanti in Provincia di Mantova che sta cambiando se stesso ridisegnando i suoi processi e servizi per realizzare una smart city che sappia ascoltare e soddisfare i bisogni dei cittadini in modo intelligente e innovativo.

La posa della fibra ottica a banda ultraveloce a copertura totale del territorio comunale ambisce ad offire ai cittadini e alle imprese un’infrastruttura tra le più avanzate in Europa.

Il progetto ‘Il Comune su misura’ traghetterà Pegognaga verso un nuovo sistema di governance tramite un approccio innovativo che vedrà coinvolto direttamente tutto il personale comunale e i cittadini in un processo di gestione partecipata e creativa.

Chiudi

Grasselli
Intervento di Beatrice Grasselli

Il fattore abilitante può diventare anche critico nel momento in cui genera disequilibri con le realtà circostanti, questo è il grande problema della disomogeneità delle infrastrutture. Il Comune di Casalecchio di Reno ha avviato nel 2007 un progetto di responsabilizzazione dei cittadini rispetto alle scelte energetiche, attivando una “comunità solare”.

Beatrice Grasselli Assessore all'Ambiente - Comune di Casalecchio di Reno Vedi atti Guarda il video
Battaglia
Intervento di Immacolata Battaglia

Un’esperienza informatica nel Comune di Roma orientata alla governance e alla trasparenza, affiancata da una commissione speciale su smart city e beni comuni.

Immacolata Battaglia Assemblea Capitolina, Vice Presidente Vicario della Commissione IX - Roma Capitale Biografia Vedi atti Guarda il video

Immacolata "Imma" Battaglia (Portici, 28 marzo 1960) è un'attivista e politica italiana, una dei leader del movimento LGBT in Italia. È tra i fondatori di Di' Gay Project, di cui è stata presidente fino al febbraio 2014 . Dal 2013 è consigliere comunale di Roma Capitale.

Chiudi

Grossi
INNOPOLIS, la Smart City di Kazan’, Russia e il modello GREEN SMART VILLAGE, Made in Italy.

Si fa oggi un gran parlare di “trasformare” le città attuali in ”smart” e la cosa è, purtroppo, materialmente impossibile, sia per i costi che risulterebbero insostenibili, sia per la mancanza di cultura “Welfare”.

Diverso è il caso di Kazan’, capitale del Tatarstan, nella Federazione Russa, ove a ovest e a sud della città, si stanno edificando ben due Smart Cities, partendo però dal piano di campagna, cioè “ex novo” e quindi utilizzando una progettualità di concezione.

Dedicandoci, invece, a realtà più piccole, come ad esempio nel caso di Comuni di circa 10.000 abitanti, il tentativo di replicare tali progetti, in modalità “ergonomico correttiva”, potrebbe essere perseguibile.

In più, oltre che “smart”, cioè integrati con i “new media”, potrebbero essere anche “green”, in altri termini ecosostenibile, nel rispetto dell’ambiente.

Ecco allora la proposta “Green Smart City” con un innovativo modello di tipo antropocentrico, che deriva non da studi di fattibilità, ma da reali esperienze vissute.

Franco C. Grossi University of Kazan’, Russia - - University of Udine, Italy Biografia Vedi atti Guarda il video

Franco Claudio Grossi is currently invited professor at the State University of Kazan’, Republic of Tatarstan, Russian Federation, as ICT expert, and guest professor at the University of Udine, Italy.   He taught for sixteen years at the University of Trieste: "ICT - Information & Communication Technology" and "Applied Ergonomics".  Prof. Grossi is the Chairman of the Yearly "The Future Boat & Yacht Italian Convention".  He was, for many years, Scientific Coordinator of the "School Master in Yacht Style & Design" at the University of Trieste, of the "The General & Executive Aviation Convention," VEGA Park, Airport "Nicelli" Lido of Venice, of the Venice International Boat Show and of "Mare Maggio" at the Naval Arsenal of Venice.  Presently Prof. Grossi coordinates several national and international research projects and is author of over 300 scientific papers and of several books. Before teaching he was: (1989-1996) CEO and technical director of “GTC Marine Systems”, with the "total and sole responsibility" for the planning, coordination, supervision works, delivery and final testing, regarding the plants LES (Local Entertainment Systems) of all the public rooms for “Costa Crociere” cruise ships, mainly operating with Fincantieri Ship Yard, (1980–1988) CEO and technical director of the General Communications Enterprise Co. Inc., specialized in the designing "turnkey" of professional audio and video systems for SONY and Matsushita Electric Co. for many types of users, such as state and private television stations, theaters, hospitals, schools, universities, stadiums, casinos, armed forces, public and private companies, (1975–1979) CEO of the full-service marketing agency "Effegi".  At the present he serves as coordinator of the Russian-Italian Working Group “Green Smart Cities”, with an innovative ergonomic approach.

Chiudi

Sangiorgi
Intervento di Enrico Sangiorgi

Dipartimento Marconi dell’Università di Bologna si occupa delle tecnologie per le fonti di energia rinnovabili. Nei prossimi anni le città avranno a disposizione nuovi strumenti per il risparmio energetico, partendo dalla centralità del concetto di smart grid.

Enrico Sangiorgi Professore ordinario Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione «Guglielmo Marconi» - Università di Bologna Biografia Vedi atti Guarda il video

Enrico Sangiorgi è laureato in Ingegneria Elettronica.

E’ stato Visiting Scientist presso la Stanford University per circa tre anni (1983-85).
Dal 1985 al 2001 è stato consulente presso i Laboratori Bell. Nel 1993 è stato nominato Professore Ordinario di Elettronica presso l’ Università degli Studi di Udine dove ha iniziato il corso di studio di Ingegneria Elettronica. Nel 2002 si è trasferito presso l'Università di Bologna.

Nel 2005 ha fondato il Consorzio Nazionale Interuniversitario per la Nanoeletronica di cui è stato Direttore fino al 2011.

Dal 2007 fa parte dello Steering Board della piattaforma tecnologica europea ENIAC .

Dal 2008 al 2012 è stato Preside della II Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna.

Dal 2012 è Direttore del Dipartimento dell’Energia Elettrica e dell’Informazione - Guglielmo Marconi - dell'Università di Bologna.
Gli interessi scientifici di Enrico Sangiorgi sono nel campo delle tecnologie e delle applicazioni micro- e nano-elettroniche.

Enrico Sangiorgi è Fellow e Distinguished Lecturer della IEEE, (Institute of Electrical and Electronics Engineers), per la quale presta servizio in diversi comitati tecnico-scientifici.

Chiudi

Munoz
Intervento di Idoia Munoz

Nuovi approcci delle Regioni alla questione energetica e come convertire difficoltà in beni, prendendo il caso dei Paesi Baschi. GAIA, associazione delle aziende di elettronica e telecomunicazioni dei Paesi Baschi, ha avviato un caso di successo rispetto alla specializzazione smart di una regione.

Idoia Munoz International Projects Department - GAIA Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

10_co_09_munoz_idoia.mp3

Chiudi

Molinari
Intervento di Francesco Molinari

In merito alla smart specialization su scala regionale ci sono spazi da esplorare nelle prospettive delle amministrazioni locali, in particolare in ambito normativo ci sono nuovi strumenti che permettono di immaginare un profondo rinnovamento del territorio.

Francesco Molinari Consulente - ENoLL Rete europea dei living lab Biografia Vedi atti Guarda il video

Come consulente indipendente ha lavorato in qualità di Research & Project Manager per svariate organizzazioni pubbliche e private in Italia, Grecia, Slovenia, Cipro, Israele, Belgio e Regno Unito, partecipando (in prevalenza come coordinatore) ad alcune decine di progetti ICT finanziati dalla Commissione europea sui programmi FP7, FP6, FP5, CIP, eTEN, CEE, MED ed eParticipation, nonché a livello nazionale e regionale, incluso il Soggetto responsabile di un Patto territoriale toscano. In Europa, per conto della DG INFSO, Unità F4, della Commissione, ha guidato nel 2008 uno studio per la valutazione dell’approccio Living Labs nello scenario dell’innovazione e del Future Internet. Ha anche partecipato a un precedente studio, finanziato dalla Unità C3 della stessa DG, per analizzare l’impatto della ricerca e sviluppo ICT sui sistemi nazionali e regionali d’innovazione. Nel 2009 ha fatto parte del team di valutatori indipendenti del Programma i2010 della Commissione sul tema della banda larga di nuova generazione e dal 2010 sta coordinando un gruppo di lavoro Stato-Regioni su “Bandi Multistadio e Public Procurement” per conto dell’Agenzia per l’Innovazione nella P.A. e del Ministero dello Sviluppo Economico (DPS).

Chiudi

Sciumè
Intervento di Nicola Sciumè

Il progetto di smart city più importante del mondo verrà realizzato entro l’anno prossimo per EXPO 2015: uno smart district evoluto, un quartiere completamente infrastrutturato su più livelli.

Nicola Sciumè Digital Site Service Manager - Expo 2015 Vedi atti Guarda il video
Nina
Intervento di Manuel Nina

Cloud, energia, resilienza delle comunità. Un problema attuale in Europa è che la maggior parte delle produzioni di energia sta invecchiando, che sia elettrica, nucleare, ecc. Servirebbero 350miliardi Euro per realizzare le energie rinnovabili di cui avremmo bisogno per sostituirle. La soluzione temporanea è scegliere progetti che combinino associazioni che operano nel territorio, molte delle quali dispongono di tetti piani dove disporre l’infrastruttura tecnologica, con un beneficio economico per chi le ospita.

Manuel Nina has a M.Sc. in Mechanical Engineering from Instituto Superior Técnico of Lisbon, with a specialization in Industrial Production. He was a technical assistant in the European Parliament and at the Portuguese Parliament on matters of energy policy, electric mobility, innovation and web based social networking.

He worked as an energy auditor in the residential and healthcare sectors in Portugal. He is a certified Project Manager Associate by the International Project Management Association and member of its Portuguese Charter, APOGEP.

Since 2011 he has been involved in the project management and/or coordination of several CIP and FP7 Projects funded by the European Commission, such as SMART CAMPUS, TELL ME, STORM CLOUDS and CITY SDK, focusing in the areas of Energy, ICT, Human Smart Cities, Open Data, Cloud Computing and Manufacturing. He is an Innovation Consultant for several Universities and Municipalities.

Chiudi

Speed speech

Moretti
progetto: Gis, statistica, open data: un circolo virtuoso per una città smart

Un progetto di mappatura GIS nel Comune di Cesena che ha dato vita ad un circolo virtuoso integrando le banche dati, verso un percorso di smartness urbana e di integrazione con realtà circostanti.

Morena Moretti Responsabile del Servizio S.I.T.-Statistica-Toponomastica - Settore Sistemi Informativi - Comune di Cesena Biografia Vedi atti Guarda il video
Laurea in Scienze Statistiche ed Economiche - Università di Bologna
Laurea in Statistica e Informatica per le Pubbliche Amministrazioni - Università di Bologna, sede di Rimini
Diploma di Ragioniere Programmatore - I.T.C. Cesena
 
Si occupa da 12 anni del Sistema Informativo Territoriale del Comune di Cesena.
Dal 2010 è divenuta anche Responsabile del Servizio Statistica; ha condotto il Censimento degli Edifici con palmari, integrandolo con la cartografia comunale.
L'integrazione tra dati statistici e cartografia rende disponibili preziose statistiche territoriali, a supporto della programmazione strategica dell'Ente e di tanti progetti intersettoriali.
Nel 2012 ha avviato il progetto Open Data del Comune di Cesena.
Da Giugno 2014 è Responsabile del S.I.T. dell'Unione Valle Savio.

Chiudi

Atti di questo intervento

05_c09_moretti_morena.mp3

Chiudi

Bartolini
progetto: S.A.P.E.

SAPE, Servizio Associato Politiche Europee, composto da 4 enti partecipanti nella Provincia di Ancona, nato per sperimentare un’innovativa forma di governo e di politica pubblica locale basata su un approccio condiviso tra le amministrazioni di tipo bottom-up.

Paola Bartolini Servizio Associato Politiche Europee (S.A.P.E.) - Comune di Fabriano Biografia Vedi atti Guarda il video

Paola Bartolini, 42 anni, fabrianese, laureata in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio  – indirizzo Pianificazione e Gestione Territoriale all’Università di Bologna.

Conseguita la laurea nel 1998, ha collaborato con l’Università degli Studi di Perugia -  Facoltà di Ingegneria - Dipartimento Uomo & Territorio, Sez. Urbanistica. Successivamente è stata funzionario della Regione Emilia- Romagna  - D.G. Programmazione Territoriale e Sistemi di Mobilità, Servizio Pianificazione dei Trasporti e Logistica   e della Provincia di Ancona - Dipartimento III Governo del Territorio, Settore Sviluppo Economico – Area Mobilità.

Dal 2011  è un funzionario del Comune di Fabriano, Settore Assetto del Territorio – Servizio Pianificazione e Valorizzazione del Patrimonio e componente dell’Ufficio Associato Politiche Europee, costiutitosi il 14 giugno 2014

Chiudi

Atti di questo intervento

08_co_09_bartolini_paola.mp3

Chiudi

Pecci
Sviluppo Territoriale – Menzione speciale #Censimenti Data Challenge

L’analisi spaziale è uno strumento di analisi per superare i confini amministrativi: c’è bisogno di territori (e non solo di città) intelligenti.

Francesco Pecci Dipartimento di Scienze Economiche - Università di Verona Biografia Vedi atti Guarda il video

Laureato in Economia all’Università di Padova si è sempre occupato di sviluppo territoriale, prima riguardo al settore primario ed agroalimentare, poi al complessivo settore economico, sia sotto il profilo delle politiche, in particolare europee –Politica agraria europea, Politica di Coesione-, sia sotto quello delle analisi quantitative.

Ha una approfondita conoscenza delle tecniche di analisi spaziale, esplorative e di costruzione di modelli, maturata in circa un ventennio, che si dimostrano particolarmente utili nelle valutazioni ex-ante ed ex-post delle politiche di sviluppo in generale.

Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca europei ed è autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane e straniere.

Fa parte del comitato scientifico della rivista on-line Agriregionieuropa (http://agriregionieuropa.univpm.it/), che si occupa di tematiche riguardanti l’agricoltura, l’agro-alimentare, lo sviluppo rurale e, in senso lato, di sviluppo terriroriale.

E’ membro del Centro Studi Interuniversitario SPERA (Centro per la valutazione delle politiche economiche, rurali e ambientali) tra gli Atenei di: Politecnico delle Marche, Calabria, Chieti- Macerata, Campobasso, Parma e Verona.

Chiudi

Atti di questo intervento

14_c_09_pecci_francesco.mp3

Chiudi

Torna alla home